Box office e GUIDA ai film in circolazione (22.3.09)

Italia week-end di sabato 21 marzo 2009
1
La matassa
Un film di Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Giambattista Avellino.
Commedia – Italia, 2009
week-end € 1.745.767 (totale: 5.355.350)

In relazione incasso totale

(mymonetro: 2,99)

Ficarra e Picone si divertono a litigare, sul tema dei rapporti famigliari, con un umorismo d’altri tempi e un copione solido

Consigliato: Sì?

La matassa
2
Gran Torino
Un film di Clint Eastwood.
Azione – USA, 2008
week-end € 1.416.857 (totale: 3.832.496)

In relazione incasso totale

(mymonetro: 3,66)

VISTO: 7,5 (3,5/5): DA NON PERDERE (un film per tutti). Ancora un film intenso e profondamente etico quello realizzato dal grande Eastwood che non disdegna di recitare in ruoli come questo che lo mostra come un vecchio bisbetico e insofferente nei confronti del mondo moderno e in particolare degli stranieri. Il suo profondo razzismo cambierà solo a contatto con dei stranieri a cui si affeziona. Due funerali fanno da cornice al bel film (non perfetto) a indicare come il protagonista sia esperto della morte, molto meno della vita e dell’amore. Bella anche la parte del giovane prete cattolico. Vedi: VISTO: Gran Torino (7,5) ***;

Un’apologia della non violenza in «Gran Torino»…

Il complesso ritratto – in pieno stile Eastwood – di un uomo che ha fatto dell’odio verso i diversi la sua ragione di vita

Consigliato: Assolutamente Sì
ACEC: Raccomandabile/problematico/dibattiti * *

Gran Torino
3
Diverso da chi?
Un film di Umberto Carteni.
Commedia – Italia, 2008
week-end € 1.036.001 (totale: 1.036.001)

In relazione al primo week-end di uscita

(mymonetro: 2,88)

In un paese in cui per set­timane il dibattito sull’o­mosessualità è stato affi­dato a una canzone sanre­mese, l’idea di Diverso da chi? – commedia dell’esor­diente Umberto Carteni – è quella di dimostrare come la diversità sia un concetto re­lativo, come la società civile corra più veloce della politi­ca e come la famiglia resti un punto di riferimento impor­tante. Tutto ruota attorno a Piero (Luca Argentero), can­didato sindaco del centrosi­nistra a Trieste. Piero, che è gay, vive con Remo. Quando il partito decide di affiancar­gli Adele, moderata impegnata a difendere i valori tra­dizionali della famiglia, all’i­nizio è subito guerra. Poi però tra i due nasce un’attra­zione irresistibile che li por­ta a vivere una relazione clandestina gettando en­trambi in una confusione to­tale soprattutto quando A­dele scopre di aspettare un bambino. La soluzione a cui arriva il film – una conviven­za allargata – è di una legge­rezza assoluta, tanto più che le tante e giuste perplessità sulla ‘moltiplicazione’ dei genitori non possono essere dissolti da un finale «conso­latorio » e «alla moda».Piero, un giovane politico gay dichiarato, viene affiancato nella corsa all’elezione di sindaco di una città del nordest dalla conservatrice Adele. L’incontro inizialmente aggressivo si trasformerà in un’attrazione sessuale reciproca. L’esordio di Carteni è una commedia brillante e ben scritta

Consigliato: Sì?

Diverso da chi?
4
La verità è che non gli piaci abbastanza
(He’s Just Not That Into You)

Un film di Ken Kwapis.
Commedia – USA, 2009
week-end € 1.000.322 (totale: 1.004.082)

In relazione al primo week-end di uscita

(mymonetro: 2,75)

È zeppa di banalità e luoghi comuni sui comportamenti amorosi la commedia La ve­rità è che non gli piaci abba­stanza
  di Ken Kwapis, una sorta di puntata riuscita ma­le
di Sex and the City inter­pretata da un imponente ca­st di attori completamente sprecati, mentre il film-sag­gio D
all’altra parte del mare  di Jean Sarto, raccontando di un regista impegnato a met­tere in scena uno spettacolo sulla Shoah, riflette sul tem­po e la memoria. Nove personaggi in cerca d’amore in una commedia scorrevole per sognatrici

Consigliato: Sì ?

La verità è che non gli piaci abbastanza
5
The International
Un film di Tom Tykwer.
Drammatico – USA, Germania, Gran Bretagna, 2009
week-end € 433.099 (totale: 433.696)

In relazione al primo week-end di uscita

(mymonetro: 3,44)

Delude The Interna­zional, thriller di Tom Tykwer con Clive Owen nei panni di un agente Interpol e Naomi Watts in quelli di un vicepro­curatore di New York. Tra Berlino e Milano, Manhattan e Istanbul, entrambi indaga­no su presunte attività ille­gali di una delle più potenti banche del mondo sospetta­ta di riciclaggio di denaro sporco e traffico di armi. Ma la storia è confusa e diventa così poco credibile che per­sino la denuncia degli spor­chi giochi di potere econo­mico perde la propria effica­cia. Un thriller politico in cui le banche (e l’Italia) non fanno una bella figura

Consigliato: Sì ?

The International
6
Ponyo sulla scogliera
(Gake no ue no Ponyo)

Un film di Hayao Miyazaki.
Animazione – Giappone, 2008
week-end € 236.767 (totale: 236.767)

In relazione al primo week-end di uscita

(mymonetro: 4,08)

Il film d’animazione del maestro Miyazaki racconta la storia di un bambino di cinque anni, Sosuke, e della sua amicizia con una principessa pesce rosso, Ponyo, che sogna di diventare un essere umano. Per riuscire nella sua impresa Ponyo ruberà la bacchetta magica del padre, scatenando così i poteri del mare. Una fiaba incantevole che ha il dono di essere comprensibile senza smettere di parlare la propria lingua

Consigliato: Assolutamente Sì

Ponyo sulla scogliera
7
I Love Shopping
(Confessions of a Shopaholic)

Un film di P.J. Hogan.
Commedia – USA, 2009
week-end € 222.333 (totale: 4.432.982)

In relazione incasso totale
(mymonetro: 2,25)

Apprendistato di una giornalista in erba ossessionata dallo shopping, incalzata dai debiti e calzata Manolo Blahnik

Consigliato: Nì

I Love Shopping
8
Watchmen
Un film di Zack Snyder. Vietato ai minori di 14 anni.
Azione – Gran Bretagna, USA, Canada, 2009
week-end € 215.098 (totale: 2.588.676)

In relazione incasso totale
Delude Watchmen di Zack Snyder tratto dall’omo­nimo fumetto di Alan Moo­re, che non a caso lo consi­derava ‘infilmabile’. Siamo nell’America del 1985, sul mondo incombe la minaccia di una guerra nucleare con l’Urss e un ex guardiano ma­scherato tenta di svelare un complotto che mira ad ucci­dere tutti i supereroi passati e presenti.
(mymonetro: 2,72)

Snyder interpreta Moore, in chiave rozza ma appassionata

Consigliato: Sì?

Watchmen
9
The Millionaire
(Slumdog Millionaire)

Un film di Danny Boyle.
Commedia – Gran Bretagna, USA, 2008
week-end € 172.452 (totale: 5.712.577)

In relazione incasso totale

Jamal è un giovane vissuto per le strade dei quartieri più poveri di Bombay. Cercherà una rivalsa sociale partecipando al famoso programma televisivo “Chi vuol esser milionario?”.

È The Millionaire è il trionfatore assoluto della 81esima edizione degli Oscar, il film di Danny Boyle partito con dieci nomination che si è portato a casa otto delle più prestigiose statuette.

(mymonetro 3,47 stelle)

VISTO: 8,5: (4,1/5). Capita raramente di vedere film dal grande impatto visivo ed emotivo, capaci di far sorridere, riflettere, commuovere, tenere in tensione. Dietro la storia del giovane-prodigio (o è solo baciato dalla fortuna?) c’è l’India moderna con tutte le sue contraddizioni, c’è la globalizzazione che livella ogni cultura mondiale, c’è il desiderio di riscatto, il sogno che si trasforma in realtà, l’amore che vince ogni cosa. Ma è solo una favola? Sarà, ma è da non perdere!

Consigliato: Assolutamente Sì

The Millionaire
10
The Wrestler
Un film di Darren Aronofsky.
Drammatico – USA, 2008
week-end € 162.586 (totale: 1.940.353)

In relazione incasso totale

VISTO: 6,5 (2,5/5): Interessante. Angosciante biografia di un Wrestler nel suo “pensionamento anticipato” a causa di un infarto. Non solo violenza, ma solitudine, senso (o non senso) della vita, incapacità di scelte coerenti, bisogno di un palco in cui sentirsi qualcuno…anche se fuori (o proprio per questo) c’è il vuoto assoluto coperto da alcool, sesso a pagamento, farmaci e poco altro. Grande M.Rourke nel mettersi a nudo nella sua fragilità antidivistica. Premiato a Venezia, ma non dagli Oscar. Vedi:

VISTO: The Wrestler (6,5) *

(mymonetro: 3,59)

Aronofsky sposta le luci di scena dal ring all’animo spezzato di un uomo senza mai eccedere nella drammatizzazione fine a se stessa

Consigliato: Sì
 
11
Il curioso caso di Benjamin Button
(The Curious Case of Benjamin Button)
Un film di David Fincher.
Drammatico – USA, 2008
Week-end € 118.349 (totale: 10.780.299)

In relazione incasso totale

ACEC: Giudizio: Raccomandabile/poetico * * *
Valutazione Pastorale: C’è, alla lontana, il richiamo ad un testo di Francis Scott Fitzgerald, mediato dai suoi riferimenti a Mark Twain. Forse i protagonisti, dietro a Benjamin e a Daisy, sono il Tempo e l’America. Il Tempo come unità di misura della crescita e dell’orgoglio di una Nazione, dove spesso qualcosa va storto e sembra far tornare indietro lo sviluppo ma che invece guarda avanti, accetta le sconfitte, reagisce, riparte. Con un copione denso di varie suggestioni e dilatato in maniera eccessiva ma sempre controllata (163′), Fincher ha buon gioco nel comporre i pezzi di un grande affresco, rinunciando alla logica e procedendo per aggiunte successive. Il tono fantastico così si aggiunge e si sovrappone a quello storico-realistico per dettare gli sbalzi sentimentali e affettivi di un forte melodramma: tra passioni, rimorsi, dolori, rinunce e la malinconia dei ricordi. Impreziosito da ambientazioni di eccezionale vigore e rafforzato da slanci di umanitarismo, dove altruimo e sacrificio si coniugano con il rispetto per la libertà dell’altro, il copione batte i rintocchi di un lirismo senza età. Per questi motivi il film, dal punto di vista pastorale, é da valutare come raccomandabile, e nell’insieme poetico.
 
14
Nemico pubblico n. 1 – l’istinto di morte
(L’Instinct de mort)
Un film di Jean-François Richet. VM 14
Azione – Francia, Canada, Italia, 2008
Week-end € 87.620 (totale: 485.694)

In relazione incasso totale

(mymonetro 3,43 stelle)
La storia del gangster francese Jacques Mesrine, prima di diventare il nemico pubblico numero 1.

The Wrestler

Box office e GUIDA ai film in circolazione (22.3.09)ultima modifica: 2009-03-23T15:58:00+01:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento