LETTO: Morte a Breslavia (6+)

di Krajewski Marek, Polonia 2003, Einaudi 2007, 288 p.

Breslavia, maggio 1933. Nel vagone ristorante del treno proveniente da Berlino viene scoperto un terribile omicidio. Una baronessa diciassettenne è stata assassinata con la sua governante e il capotreno. Quando l’ispettore Mock appare sul luogo del delitto gli si presenta una scena agghiacciante. Le due donne sono in un bagno di sangue, sui loro volti è disegnato l’orrore degli ultimi istanti di vita. E dall’addome mutilato fuoriesce uno scorpione… Altrettanto misterioso appare il messaggio cifrato tracciato col sangue sulle pareti dello scompartimento. Le indagini non saranno prive di rischi, porteranno l’ispettore a indagare a fondo in tutti gli ambiti di una Breslavia inquietante in cui accanto alla polizia iniziano ad agire le SS, visto che Hitler è al governo da qualche mese. Ma forse la soluzione sta in un vecchio archivio dell’università…

Media Voto: 2.15 / 5

LETTO: 6+ (2,1/5): un poliziesco storico con buona ambientazione. La storia risulta un pò strampalata, ma soprattutto, nel suo ricercare di riportare lo stato mentale dei suoi personaggi, di difficile lettura. Interessante nel suo descrivere lo sviluppo dell’ascesa nazista, ma niente di più.

LETTO: Morte a Breslavia (6+)ultima modifica: 2009-03-23T16:19:56+01:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento