LETTO: L’uomo che sorrideva (6,5)

L’ uomo che sorrideva. Le inchieste del commissario Kurt Wallander. Vol. 4 di Mankell Henning, Svezia 2004, 382 p., Marsilio ed.

Una fredda e buia sera di ottobre nel sud della Scania. L’avvocato Gustaf Torstensson sta tornando a casa dopo una visita a un cliente. All’improvviso scorge una figura legata a una sedia al centro della strada. Con una brusca frenata evita la collisione. Scende dall’auto, fa alcuni passi e viene colpito violentemente alla nuca. Il giorno successivo, l’avvocato viene trovato morto all’interno della sua macchina capovolta in un campo. Nel frattempo, il commissario Kurt Wallander vaga irrequieto su una spiaggia a Skagen all’estremo nord della Danimarca. Da mesi è in preda a una forte depressione. Si sente finito, è deciso a porre termine alla sua carriera di poliziotto.

Media Voto: 3.65 / 5 LETTO: 6,5 (2,5/5): sono rimasto un pò deluso da questo romanzo poliziesco: a volte lezioso, a volte scontato, a volte noioso. Si legge piacevolmente, ma la sensazione è quella di un romanzo costruito a tavolino con poca inventiva e poca ispirazione. Interessante. Niente di più.

LETTO: L’uomo che sorrideva (6,5)ultima modifica: 2009-03-28T18:18:54+01:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento