Dalla Genesi alle Cronache di Narnia:

  Narnia, le cronache della conversione di Paolo Gulisano 17-12-2010 http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-narnia-le-cronachedella-conversione-181.htm Esce oggi sugli schermi il film Il viaggio del veliero, terzo episodio della saga cinematografica de Le Cronache di Narnia, tratta dall’omonimo capolavoro dello scrittore anglo-irlandese C.S. Lewis, ed è subito polemica. «Narnia film di fede?» titolava nei giorni scorsi il quotidiano La Repubblica, sostenendo – anche attraverso le … Continua a leggere

Narnia arriva in 3D tra fantasy e fede

Sarà, ma non possiamo dimenticare che Lewis, medievalista amico di Tolkien, con­vertito da adulto al cristianesimo, aveva dav­vero concepito Le cronache di Narnia come metafora dell’esperienza di fede. Anche se i simboli cristiani sono meno numerosi ri­spetto ai due film precedenti, le parole di A­slan nel finale del film sono inequivocabili. Quando, dopo aver appreso che mai più tor­neranno a … Continua a leggere

Addio a Blake Edwards, da Tiffany alla Pantera rosa

Il suo primo film da regista è un musical del 1955, Quando una ragazza è bella. È però con Tony Curtis che il regista si fa no­tare, raggiungendo fama internazionale, con i film Le avventure di Mister Cory (1957), In licenza a Parigi (1959) e Operazione sotto­veste (1959). La commedia è il campo dove Edwards affina sempre più il suo … Continua a leggere

TORNA NARNIA AL CINEMA , ED È APOCALISSE

La storia narra di Edmund e Lucy, due dei fratelli Pevensie, che insieme allo spigoloso e irascibile cugino, Eustachio Scrubb, per magia vengono trasportati da un antico quadro appeso al muro su un veliero in mezzo al mare. Al timone ritrovano il valoroso Principe Caspian alla ricerca di 7 amici di suo padre, che erano stati precedentemente allontanati dal perfido … Continua a leggere

VISTO: Il mio nome è Khan (7-)

Un film di Karan Johar. Con Shah Rukh Khan, Kajol, Katie A. Keane, Drammatico, durata 165 min. – India 2010. Rizvan Khan soffre sin dalla nascita di una particolare forma di autismo, la Sindrome dii Asperger che gli consente di comunicare meglio in forma scritta che orale e che gli impedisce di intuire le reazioni altrui. Cresciuto con la madre … Continua a leggere

«Contro i cinepanettoni risate senza volgarità»

«Noi facciamo lo stesso lavoro di chi fa i ‘cinepanettoni’ – analizza Giacomo – Ma facendo scelte di­verse. Tutto qui. Poi dev’essere il pubblico, a giudicare il nostro la­voro ». Ammette Aldo: «Per alcuni può essere un rischio non ricorre­re a parolacce e nudo. Forse nel nostro film mancherà la risata grassa (anche se a me fa ridere molto); ma … Continua a leggere

Grammatica della lotta con il mistero

Siamo partiti da questo stupendo quadro della National Gallery of Scotland di Edimburgo, dipinto nell’anno che vedrà la drammatica rottura dell’amicizia di Gauguin con Van Gogh e le prime avvisaglie del richiamo dell’esotico orizzonte oceanico, per risalire a un tema che ha da sempre attraversato la spiritualità e che ha avuto il suo emblema proprio in questa pagina biblica che … Continua a leggere

“In un mondo migliore” di Susanne Bier

In un mondo migliore – vincitore del gran premio della giuria e di quello del pubblico al festival di Roma, candidato all’Oscar per la Danimarca – è la storia di Anton, medico che opera in un campo profughi in Africa (probabilmente nel Darfur, anche se questo non viene mai detto), quotidianamente costretto a confrontarsi con la morte e l’ingiustizia. E … Continua a leggere

Grande fratello? No, grande silenzio

1 dicembre 2010 http://www.popoli.info/easyne2/LYT.aspx?Code=PPLI&IDLYT=272&ST=SQL&SQL=ID_Documento=508 Ha suscitato uno straordinario interesse, in Gran Bretagna, il programma The Big Silence, trasmesso in tre puntate dal secondo canale della Bbc tra ottobre e novembre. È la storia di cinque persone (tre donne e due uomini) che hanno deciso di intraprendere un cammino per «fare silenzio» nella propria vita frenetica e, insieme ad altre esperienze, … Continua a leggere