VISTO: Nessuno mi può giudicare (6,5)

Locandina Nessuno mi può giudicareUn film di Massimiliano Bruno. Con Paola Cortellesi, Raoul Bova, Rocco Papaleo Commedia, durata 95 min. – Italia 2011. – 01 Distribution uscita mercoledì 16 marzo 2011. MYMONETRO Nessuno mi può giudicare * * 1/2 - - valutazione media: 2,86 su 43 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Alice, 35 anni e un figlio di 9, vive, superficiale e razzista, in una grande villa a Roma nord. Alla morte improvvisa del marito, imprenditore di sanitari, viene a sapere dall’avvocato di famiglia che il consorte l’ha lasciata sul lastrico e che, se non salderà al più presto il grosso debito, perderà anche la custodia del figlio. Seguendo Aziz, il cameriere che ha insultato fino a pochi minuti prima, Alice lascia il lusso a cui è abituata per trasferirsi su una terrazza malandata del quartiere popolare del Quarticciolo. Per guadagnare tanto e in fretta, poi, ricorre al mestiere più antico del mondo, facendosi dare lezioni da una escort professionista.

VISTO: 6,5 (2,5/5): il lieto fine, garantito dal regime di commedia, che fa sì che tutti vivano ricchi felici e contenti, fa anche del film un invito bello e buono a risolvere i problemi nel modo più veloce e discutibile, perché tanto è la buona fede che conta e dunque “nessuno mi può giudicare”. Moralismo a parte (semplicistico, ma efficace l’invito alla tolleranza) è una commedia divertente, ammiccante, frizzante, molto piacevole.

VISTO: Nessuno mi può giudicare (6,5)ultima modifica: 2011-03-30T09:55:13+02:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento