Agli Oscar trionfo dello splendido «The Artist». La scelta vintage di Hollywood

Come attrice protagonista è stata premiata Meryl Streep, una superba Margaret Thatcher in Iron Lady. Miglior film straniero Una separazione dell’iraniano Ashgar Farhadi.
In un’edizione che vedeva in lizza molti film di qualità, Hollywood ha scelto il vintage, ovvero di rendere omaggio alla settima arte, e quindi in parte di celebrare se stessa, premiando due film che trattano di cinema.
In entrambi i casi, sia pure attraverso linguaggi opposti — il muto bianco e nero di The Artist per illustrare l’epocale passaggio al sonoro, la più moderna tecnologia di Hugo Cabret per celebrare il cinema delle origini — si è invitati a compiere un suggestivo viaggio indietro nel tempo. Per assaporare, tra citazioni e rimandi, l’essenza stessa del cinema, la sua capacità di stupire, emozionare e dare vita ai sogni. (gaetano vallini)

(©L’Osservatore Romano – 28 febbraio 2012)
Agli Oscar trionfo dello splendido «The Artist». La scelta vintage di Hollywoodultima modifica: 2012-02-29T08:43:05+01:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento